Navigazione veloce

All’IIS Mussomeli e Campofranco sarà osservata l’Eclissi di Sole del 20 marzo.

Eclissi4gennaio

Si comunica che in occasione dell’eclisse parziale di sole di Venerdì 20 Marzo, se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli, le classi accompagnate dai rispettivi docenti potranno scendere, a turno, in cortile (Lato Bar), per assistere  al fenomeno attraverso proiezione su schermo (e quindi in condizioni di assoluta sicurezza), utilizzando il telescopio in dotazione della scuola. Inoltre sarà possibile osservare le protuberanze solari attraverso un telescopio con filtro H-alfa.

Benché non sia un fenomeno eccezionalmente raro, la possibilità di vederne un’altra dall’Italia sarà il 12 agosto 2026.

E’ estremamente importante NON OSSERVARE MAI IL SOLE direttamente attraverso uno strumento ottico NON SCHERMATO.

Poiché quello di un’eclisse è un fenomeno dinamico, ovvero è dovuto al movimento relativo di più corpi celesti, le zone d’ombra e di penombra si muoveranno sulla superficie terrestre abbastanza velocemente: l’intero fenomeno inizierà, culminerà e poi terminerà in circa 2 ore e 20 minuti.
Nell’animazione seguente è possibile vedere come esso si sposta e sia visibile alle varie latitudini nell’emisfero nord (la striscia sottile nera rappresenta la zona d’ombra, quella grigio chiaro la penombra). (Credit Link2Universe)

SE2015Mar20T

Notizie ANSA:

l’eclisse durerà all’incirca un paio d’ore, dalle 9:20 alle 11:30. Gli esperti dell’Unione astrofili italiani (Uai) ricordano che il clou si avrà alle 10:32 a Milano, alle 10:31 a Roma e alle 10:26 a Palermo. La copertura del disco solare varierà da un minimo del 50% nel sud Italia ad oltre il 70% al Nord.

mappa-eclisse-20-marzo-2015-studio-infocus-fotografo-roma

Per chi volesse alzare lo sguardo al cielo, la raccomandazione è quella di non farlo mai ad occhio nudo: meglio munirsi di un paio di occhiali da saldatore con indice di protezione numero 14, oppure di occhialini che usano materiali (mylar o astrosolar) in grado di proteggere la vista. La stessa raccomandazione vale anche per chi ha intenzione di usare binocoli e telescopi. L’eclisse sarà un’occasione per chi desiderasse fotografare il disco solare: dopo aver coperto l’obiettivo con il filtro più adeguato, potrà impostare la più grande lunghezza focale possibile, usando alte velocità di scatto per evitare foto mosse.



Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi